Navigazione veloce

Le nostre immagini

LE ANNOTAZIONI DI SEGUITO RIPORTATE SONO A CURA DEL WEBMASTER PAOLO ISOLA

Riferimenti normativi: D.lgs 30 giugno 2003, n. 196 artt. 17, 18

LA POSSIBILITA’ DI PUBBLICARE FOTO E ALTRE IMMAGINI DEGLI ALUNNI NON è DI FACILE ACCLARAMENTO.

L’art. 18 del D.lgs 196 afferma che per gli enti pubblici il trattamento di dati personali è consentito solo nello svolgimento di funzioni istituzionali. Per la scuola si tratta di funzioni didattiche ed educative, mediante attività ed esperienze che sicuramente possono essere documentate anche con la ripresa di immagini. La pubblicazione di esse  sul sito è sicuramente pertinente alla funzione istituzionale svolta, ma molti ritengono che non rispetti i principi della ‘pertinenza’ e della  ‘non eccedenza’.

Personalmente condividiamo l’opinione esessa da Anna Armone in un testo pubblicato da www.edscuola.it: la pubblicazione di fotografie degli alunni eccede le finalità istituzionali.pr

Una pagina del 26 maggio 2006 del sito www.italiascuola.it riferisce un’intervista a Giovanni Buttarelli,  allora segretario generale del Garante per la protezione dei dati personali, di cui si riferisce uno stralcio:

“D. La questione delle riproduzioni fotografiche investe anche altre questioni delle attività scolastiche. I capi d’istituto chiedono ragguagli sulla possibilità di pubblicare fotografie degli studenti e del personale sui giornali di istituto e sul sito Web della scuola. Come si devono comportare in questi casi?

R. Per dare una soluzione certa, bisogna esaminare la finalità della pubblicazione di una fotografia sul giornalino o sul sito. In linea di massima però non vi sono particolari obblighi cui sottostare: le scuole pubblicano fotografie sul giornalino e sul sito per pubblicizzare le attività dell’istituto, dare una visibilità educativa agli alunni delle classi, indicare il vincitore di una gara o di un concorso che dà lustro alla scuola. In tutti questi casi, il trattamento è legittimo. Per la pubblicazione sul sito Web, si può adottare la soluzione “creativa” di considerare il sito Web come il giornale on line della scuola, con piena facoltà di pubblicazione delle foto“.

E’ comunque opportuno che chi decidesse di pubblicare fotografie degli alunni scelga le immagini più significative di un’attività, di un progetto, di modelli di comportamento in un laboratorio, ecc.  E anche che consideri la possibilità di rischi specifici che potrebbero risultare dalla diffusione di dati personali: la richiesta di consenso alla pubblicazione riguarda unicamente i privati ed è esclusa per gli enti pubblici (art. 18). Questi, piuttosto potrebbero, e in questo caso forse dovrebbero,  svolgere una funzione di interpello, quale prevista dallo stesso art. 18, e chiedere alla generalità degli interessati, nell’informativa sulla privacy, e comunque con piena evidenza sul sito, se qualcuno, a conoscenza di “rischi specifici” che potrebbero risultare , non intenda chiedere un trattamento di particolare riservatezza.

 

Top