Navigazione veloce

Storia della scuola

L’Istituto Comprensivo Valle del Montone è nato il 1 settembre del 2103 dalla fusione di altri due Comprensivi presenti nel territorio (I.C. di Castrocaro e I.C. di Rocca San Casciano). Il territorio ha un’estensione di circa 40 chilometri e confina a nord con il comune di Forlì (provincia di Forlì Cesena) e a sud con il comune di San Godenzo (FI, Toscana). Gli uffici si trovano presso la sede della scuola secondaria di Castrocaro.

I Comuni dell’Istituto Comprensivo sono:

Il nome dell’Istituto fa riferimento alla collocazione geografica del territorio: la valle del fiume Montone, che nasce a San Benedetto e comprende la cascata dell’Acquacheta, resa celebre dal Canto XVI di Dante. Diverse sono le tracce del Poeta nella vallata che, attraverso il passo del Muraglione, collega la Romagna alla Toscana. L’attuale strada statale 67, Tosco Romagnola, era l’antica strada del sale che conduceva (e conduce) a Ravenna.

L’Istituto Comprensivo Valle del Montone è composto da:

  • 4 Scuole dell’Infanzia (7 sezioni)
  • 4 scuole Primarie (24 classi di cui 3 pluriclassi)
  • 3 Scuole Secondarie di 1° grado (14 classi, di cui una pluriclasse)

La dimensione geograficamente estesa dell’Istituto Comprensivo presenta un tessuto sociale vario, ma dotato di buoni servizi.

  • I settori produttivi sono in parte differenti tra l’alta e media valle; sono presenti piccole industrie e qualche produzione artigianale. La maggior parte dei lavoratori deve spostarsi in altri luoghi per raggiungere le sedi di lavoro.
  • Negli ultimi anni il calo delle opportunità lavorative ha favorito la migrazione dei residenti verso zone che offrono più possibilità di impiego
  • Si assiste da alcuni anni all’immigrazione di persone e nuclei familiari provenienti da paesi comunitari e soprattutto extracomunitari. Si rendono sempre più necessari interventi di alfabetizzazione e mediazione.
  • Ciascun Comune della vallata ha storie e tradizioni proprie, con caratteristiche simili. Molto sentite e partecipate sono le feste o le ricorrenze religiose che si svolgono ogni anno nei vari comuni e che, in alcuni casi, favoriscono un consistente afflusso di pubblico (Sagra del Prugnolo, Festa del Falò, Sagra del Tartufo, Festa del sottobosco, Palio di Terra del Sole, Festival delle voci nuove)
  • Una parte del territorio del Comune di Portico e San Benedetto è inserito nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
  • Il Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole risulta più facilmente collegato dai servizi di trasporto pubblici a Forlì.
  • Nei Comuni di Castrocaro e Rocca San Casciano è presente una biblioteca che coopera con la realtà scolastica del territorio per favorire l’avvicinamento alla lettura. I responsabili sono a disposizione delle scolaresche in orario scolastico ed extrascolastico. Si organizzano incontri con esperti e/o autori di libri per ragazzi per stimolare l’interesse degli alunni.
  • In ogni Comune, su richiesta degli insegnanti e/o delle famiglie, intervengono le seguenti figure: pediatra di comunità, neuropsichiatra infantile, psicopedagogista, logopedista, mediatore culturale per l’inserimento degli alunni extracomunitari, assistente sociale, educatori per favorire l’integrazione dei bambini con disabilità e/o in situazioni di svantaggio.
  • I tutto il territorio sono molto attive le associazioni di volontariato, in particolare la scuola beneficia delle donazioni annuali del Comitato Genitori (esiste un Comitato in ogni comune).
  • I nomi di alcune scuole del territorio raccontano un po’ della storia locale, ricordando personaggi che hanno lasciato una traccia importante della quale non va persa memoria.

Aggiornato al 1 febbraio 2019